Categorie
Email Marketing

Newsletter per aumentare le vendite ecommerce

Se ne sente sempre parlare e molti di noi probabilmente ne sono fruitori ma il significato di Newsletter sembra essere vago e soprattutto viene sottovalutata. In realtà non è così, basta fare un po’ di chiarezza.

Una newsletter, riducendo il tutto ai minimi termini, è uno strumento che permette di inviare e-mail personalizzate ad una lista di contatti. E quindi? Perché ne stiamo parlando se è una cosa così banale?

Newsletter: che cos’è?

Innanzitutto, bisogna specificare che ci troviamo nell’ambito dell’email marketing, una tipologia di marketing diretto che serve a comunicare direttamente con i clienti per proporgli promozioni, attività e comunicazioni in generale…

Nello specifico, la newsletter è un importante fonte di traffico e se implementata a dovere ha la possibilità di aumentare le vendite della tua attività. Si distingue dal Direct Email Marketing in ambito di finalità: il DEM è esclusivamente finalizzato a fare proposte commerciali mentre la newsletter può avere anche semplici finalità informative e di relazione tra brand e cliente.

Uno dei principali vantaggi della newsletter è che viene ricevuta unicamente tramite sottoscrizione. In altre parole, riceve la newsletter solo e unicamente colui che si è iscritto alla newsletter stessa. Questo significa che ha un reale interesse nel nostro brand e che dobbiamo puntare molto su di lui per farlo arrivare alla conversione. Sarà infatti più propenso ad acquistare un nostro prodotto una persona che ha scelto liberamente di iscriversi alla newsletter piuttosto che una persona qualunque.

Newsletter: come può aumentare le vendite dell’ecommerce?

Implementare la newsletter nella propria content strategy porta a numerosi vantaggi che permettono di avvicinare brand e cliente così da incentivarlo a comprare e di conseguenza da aumentare le vendite della tua attività.

Dal punto di vista di chi manda la newsletter i vantaggi possono essere la creazione di un rapporto di fiducia con il potenziale cliente, l’aumento del traffico verso il proprio sito web (che come sappiamo porta a maggiori introiti ricavati dalle pubblicità) oppure la differenziazione dei clienti, che permette una maggior concentrazione sui contatti più qualificati.

Dal punto di vista, invece, di chi riceve la newsletter possono esserci altrettanti vantaggi come, per esempio, essere sempre aggiornato sulle novità e sulle promozioni del brand e sentire una vicinanza con il brand che altrimenti sarebbe difficile da sviluppare.

Esempi su come utilizzare le newsletter per aumentare le vendite dell’ecommerce

  1. Segmentazione dell’audience: Personalizza le tue comunicazioni basandoti sui dati degli utenti, come il comportamento di acquisto passato, le preferenze mostrate e la demografia. Questo permette di inviare offerte mirate che sono più propense a risuonare con specifici segmenti di clientela. Ad esempio, potresti inviare una promozione su prodotti simili a quelli già acquistati, o offerte speciali in base alla stagionalità o alla località dell’utente.

  2. Esclusività delle offerte: Usa le newsletter per offrire promozioni esclusive agli iscritti, come sconti speciali, accesso anticipato a vendite o nuovi lanci di prodotto. Questo non solo valorizza l’iscrizione alla newsletter rendendola più desiderabile, ma crea anche un senso di urgenza e esclusività che può incentivare acquisti immediati.

  3. Contenuti ricchi e informativi: Combina le offerte con contenuti di valore che aiutano il cliente a prendere decisioni di acquisto. Ad esempio, guide agli acquisti, consigli di utilizzo dei prodotti, video dimostrativi, o testimonianze di altri clienti possono arricchire l’esperienza del cliente e posizionare la tua newsletter come una fonte di informazioni affidabile e utile, non solo una vetrina di vendita.

  4. Upselling e Cross-selling: Include nella tua newsletter suggerimenti di prodotti complementari o di gamma superiore in relazione agli acquisti precedenti dei clienti. Questo non solo aumenta il valore medio dell’ordine, ma migliora anche l’esperienza del cliente offrendo opzioni che potrebbero interessargli. Ad esempio, se un cliente ha acquistato una macchina fotografica, potresti suggerire lenti aggiuntive, borse per la macchina o corsi di fotografia.

  5. Riattivazione dei clienti inattivi: Identifica i clienti che non hanno effettuato acquisti da tempo e rivolgiti a loro con newsletter specifiche che includano un incentivo per ritornare, come un codice di sconto speciale o l’highlight di prodotti significativamente migliorati o rinnovati. Questo può rinvigorire l’interesse di chi aveva cessato di acquistare, riportandoli al tuo e-commerce.

Se non hai ancora un’agenzia per la tua marketing automation o per l’invio di newsletter all’interno della tua strategia di marketing, non esitare a contattare noi di Very Content: scrivici o chiamaci per avere un preventivo su misura per le tue richieste e le tue esigenze!

Categorie
Email Marketing

I principali software per la gestione della newsletter

Davvero, come sostiene qualcuno, è tramontata l’importanza dell’email come strumento di marketing oppure è ancora influente e funzionale a mantenere un rapporto tra azienda e consumatore? Come si può predisporre al meglio la gestione della newsletter per brand e imprese? Un’analisi realizzata dall’agenzia Key Associati sulle tendenze dell’email marketing nel 2020 rivela che il 93% dei marketer b2b comprende l’email marketing, in cui è inclusa, ovviamente un’efficiente ed efficace gestione delle newsletter, tra le proprie attività principali di comunicazione strategica. Non solo: secondo quanto affermato dal 59% dei consumatori iscritti ai servizi di newsletter, queste ultime incidono fortemente nelle loro scelte d’acquisto.

Se stai cercando informazioni per implementare la migliore strategia di gestione delle newsletters per costruire legami solidi nel tempo tra il tuo business e la tua customer base, questo articolo potrebbe risultarti molto interessante. Al suo interno parleremo dei seguenti argomenti:

Software e gestione della newsletter: i principali tool

Per poter fare email marketing professionale ci sono numerosi tool che attraverso piattaforme web based e software si rivelano utili per gestire le newsletter nel modo più performante. Si tratta di strumenti pratici per l’invio di newsletter e campagne di direct marketing, ma anche validi alleati nella gestione di campagne via sms. Le caratteristiche richieste sia ai software che ai sistemi di email marketing che influiscono nella loro scelta sono legate a diversi fattori come grado di deliverability (letteralmente, la capacità di essere consegnati ai destinatari finali), la possibilità di creare newsletter e personalizzare la grafica con editor specifici, la disponibilità a generare report e di integrare il servizio con WordPress o Shopify, e ancora, la dimensione del database dei propri contatti e il costo da pagare in relazione al servizio offerto. Sul fronte dell’email marketing ciò che differenzia principalmente un software per gestire la newsletter da una piattaforma è la possibilità di poter lavorare senza necessariamente essere collegati a Internet per tutta la durata del processo di creazione della campagna. I software per le newsletter sono meno diffusi rispetto alle piattaforme che sfruttano l’email come leva di marketing, ma offrono quasi sempre le stesse funzionalità. Un aspetto differente tra le due soluzioni è legato ai costi: spesso non è previsto un abbonamento, ma un acquisto di una licenza.

Gestione newsletter free: i tool gratis per l’email marketing

Se avete bisogno di utilizzare programmi a costo zero per l’email marketing e per la gestione della vostra newsletter, assicuratevi che i tool che avete individuato possano supportarvi nelle principali funzionalità di base. Sul web esistono vari programmi e spazi virtuali di gestione delle newsletter free: vediamo di seguito i principali. 

Benchmark

Benchmark è una piattaforma di e-mail marketing facile da usare, con centinaia di modelli reattivi e personalizzabili, una varietà di integrazioni a disposizione, archiviazione video illimitata, segmentazione di liste e-mail e numerose funzionalità di monitoraggio e reportistica. Soprattutto, offre un piano gratuito. L’iscrizione non richiede una carta di credito e il piano non ha limiti di tempo. L’unica restrizione prevista è l’invio fino a 14.000 e-mail al mese a non oltre 2.000 contatti.

Gestione newsletter

Sendinblue

Tra le piattaforme di email marketing più utilizzate troviamo poi Sendinblue, un tool che offre la possibilità di sottoscrivere un account gratuito ma con una limitazione fondamentale: consente di inviare solamente 300 e-mail al giorno, impostando flussi di lavoro di automazione per un massimo di 2.000 abbonati. È possibile ottenere assistenza telefonica e in chat dal vivo per 60 giorni, la personalizzazione e l’accesso a un’ampia library di modelli.

Gestione newsletter

GetResponse

Un facilissimo strumento per fare email marketing automation e inviare emailautomatiche a più destinatari è poi GetResponse: un tool di gestione delle newsletter che offre la possibilità di creare landing page, risorse formative, deliverability efficace, invii illimitati fino a 1000 contatti, strumenti avanzati di collaudo e reportistica, e altro ancora. Il tutto con iscrizione alla prova gratuita di 30 giorni, in cui si può accedere in modo completo alle varie funzionalità.

Gestione newsletter

MailChimp

Tra i più famosi tool per inviare newsletter automatiche vi è, infine, MailChimp: un tool che consente di creare e inviare e-mail gratis ai propri iscritti e di impostarne il formato, scegliendo tra una vasta gamma di template per newsletter. MailChimp è una piattaforma che offre la poissibilità alle aziende di gestire i dati dell’audience per raggiungere le persone giuste al momento giusto con il giusto messaggio: velocizzando così il raggiungimento degli obiettivi di marketing.

Gestione newsletter 

Vorreste avere suggerimenti professionali e affidarvi a un team specializzato e competente per la gestione della vostra newsletter? Contattate la digital e content agency di Milano Very Content.

Get in touch

Se hai bisogno di ulteriori informazioni, contattaci direttamente tramite il form a lato o vieni a trovarci!