Categorie
Siti web

Pacchetti assistenza, manutenzione e aggiornamento sito

Per un progetto editoriale di qualsiasi genere o per  dare più visibilità al proprio progetto, un sito aggiornato è determinante e si ottiene attraverso la costante manutenzione del sito web,  semplicemente l’aggiornamento dei contenuti fatto con continuità o la manutenzione del CMS. È una fase importante per i visitatori di un sito o lettori di un blog, che assumono caratteristiche di maggiore credibilità rispetto alle informazioni contenute, permettendo di fidarsi di più di quel determinato brand o azienda. Ma è importante anche per le stesse realtà di cui parla il sito: la manutenzione del sito web, infatti, è fondamentale per il suo posizionamento nei motori di ricerca, in modo tale da essere sempre in testa ai principali risultati e rendere la propria azienda più visibile rispetto ai competitor online. Gli aggiornamenti di un sito o blog devono essere costanti e progressivi, in modo da ottimizzare tempi e risorse.
Vi è mai capitato di visitare un sito dove l’ultima news era stata pubblicata mesi o addirittura anni prima? Molte aziende pensano che il proprio sito debba essere solo bello, vero, anche se ancora più importante è che il sito sia aggiornato di frequente.

Se stai cercando informazioni per capire se il tuo sito web necessita di un aggiornamento e vuoi sulle variabili fondamentali da considerare per scegliere il professionista a cui affidarti, potrebbe interessarti leggere questo articolo. Al suo interno troverai i seguenti approfondimenti:

Aggiornamento del sito: vantaggi

Sai cosa significa l’acronimo CMS? Sta per content management system e si riferisce a un sistema per la gestione dei contenuti di un sito web, facilmente modificabili dalle persone, anche non esperte di programmazione e sviluppo web. I siti sviluppati con CMS danno la possibilità di integrare molte opzioni (come form, photo gallery, sistemi di pagamento, aree dowload etc.) in modo semplice ed efficiente persino per chi non è specializzato in ambito digitale. Tuttavia piattaforme ideate in questo modo richiedono un’accurata e periodica manutenzione del sito web a esse legate. Le esigenze che intervengono e che fanno sì che diventi necessario l’aggiornamento del sito a livello tecnico possono essere diverse: problemi di design o funzionamento di varia entità, aggiornamenti del sistema o dei plugin/moduli, migrazione intera del sito verso nuovo hosting solo per citarne alcune, implementazione di nuove funzionalità. Risolvendo problematiche e sviluppando nuove applicazioni è possibile aumentare la sicurezza e la velocità di un sito, rendendone più semplice e immediata la fruizione da parte degli utenti, ovvero del tuo potenziale bacino di clienti.

Sul mercato esistono vari CMS opensource o a pagamento che comunque devono essere integrati a livello di front-end per “dinamicizzare” il proprio sito.

Fra i più noti sul mercato ci sono WordPress, ultimamente molto utilizzato dalle agenzie per lo sviluppo di siti e ecommerce. Prestashop molto verticale per ecommerce, Wix per siti più semplici.

Le piattaforme CMS servono per tenere semplice il processo tecnico di aggiornamento dei contenuti ma non è tutto. Il nostro consiglio è pianificare degli interventi sia di manutenzione del CMS tecnica che di aggiornamento dei contenuti (news, articoli del blog, prodotti nel caso di ecommerce, eventi etc). Avere un sito aggiornato e costantemente mantenuto aiuta ad avere più visibilità e convince l’utente del sito ad avere una migliore percezione dell’azienda.

Assistenza, manutenzione e aggiornamento sito

Aggiornamento sito web WIX

Se cerchi un esperto SEO per posizionare sui motori di ricerca il tuo sito web Wix o un webmaster dedicato per apportare modifiche al blog, per inserire articoli, per aggiornare le news o semplicemente per aggiornare i contenuti del tuo sito affidati ad un professionista.
Molte agenzie criticano la piattaforma Wix dicendo che non è professionale, in realtà non è la piattaforma a rendere un progetto online di spessore ma il come si fa. Attraverso anni di esperienza i nostri esperti sono in grado di rendere funzionale anche un sito costruito su piattaforma Wix. Scegli un dei nostri pacchetti di assistenza descritti di seguito per il tuo sito e affidati ad un esperto.
Assistenza, manutenzione e aggiornamento sito
 

Aggiornamento sito in wordpress

Aggiornare il tuo sito WordPress è cruciale per mantenerlo sicuro, veloce e allineato alle ultime tendenze del web. Ecco alcuni suggerimenti da Very Content:

  1. Aggiorna Regolarmente WordPress: Assicurati che il tuo sito utilizzi l’ultima versione di WordPress per migliorare sicurezza e funzionalità.
  2. Cambia Tema Grafico: Un nuovo tema può rivitalizzare l’aspetto del tuo sito, rendendolo più accattivante e moderno.
  3. Analizza i Dati: Utilizza strumenti di analisi per capire quali pagine del tuo sito attraggono più visitatori e ottimizzali di conseguenza.

Affidati a professionisti come Very Content per gestire questi aspetti e massimizzare l’efficacia del tuo sito WordPress

Aggiornamento delle news, degli eventi presenti nel sito o del blog

L’aspetto della manutenzione del sito web tecnica non è tutto. Se vuoi che il tuo sito costituisca un bel biglietto da visita per nuovi contatti e continui a essere una conferma positiva agli occhi di coloro che si sono già affidati ai tuoi prodotti e servizi, occorre che non trascuri la aggiornamento dei contenuti del sito web stesso. Non si tratta solo di avvalerti dell’aiuto di un professionista esperto che faccia in modo che tutto, dalla grafica alle eventuali animazioni, funzioni correttamente. È fondamentale che sia curato anche l’aggiornamento delle news del sito, della sezione Eventi o del blog con contenuti sempre aggiornati e interessanti, redatti da professionisti che abbiano le giuste competenze rispetto a quello per cui scrivono e siano capaci di comunicare le informazioni in modo chiaro, corretto e brillante allo stesso tempo. Per contenuti, inoltre, non si intendono solo quelli legati ai testi, ma anche fotografie e video sul fronte multimediale. Sono tutti elementi strategici ai fini dell’ottimizzazione SEO, migliorando il posizionamento sui motori di ricerca, incrementando il traffico sul sito e le condivisioni online.

L’assistenza di un web master sempre a disposizione

Una delle variabili fondamentali del successo di un sito web è senza ombra di dubbio la velocità con cui vengono corretti eventuali errori o bug: ecco perché è fondamentale affidare la gestione del proprio sito a un web master che sia sempre a disposizione per aggiornare i contenuti del sito e correggere i punti che ostacolano la navigazione dell’utente e la sua User Experience. Un web master, infatti, offre il vantaggio di avere sempre a disposizione un esperto che faccia fronte a tutte le eventualità che possono sopraggiungere da un momento all’altro: dall’ottimizzazione della struttura del sito, passando per la corretta indicizzazione dei nuovi contenuti fino alla gestione delle più specifiche esigenze tecniche.

Assistenza, manutenzione e aggiornamento sito

Quanto costa un pacchetto di manutenzione per l’aggiornamento del sito?

Molte agenzie instaurano con i loro clienti un rapporto con il quale se il cliente scrive una qualsiasi richiesta di aggiornamento o manutenzione del sito loro rispondono con un preventivo. La maggior parte delle volte solo il processo di identificazione delle esigenze e la preventivazione dei tempi e dei costi fa perdere inutilmente parecchi giorni per non dire settimane settimane.

In base alla nostra esperienza e alla soddisfazione dei nostri clienti abbiamo scelto di avere un approccio più semplice e alla portata di tutti offrendo dei pacchetti di assistenza e manutenzione del sito (PAM) per tutte le attività di ordinaria amministrazione come per esempio l’aggiornamento delle News, dei prodotti di un e-commerce, della sezione delle case history aziendali, della sezione eventi etc.

Il cliente, semplicemente mandando una mail attiva il suo account dedicato che, se la richiesta risulta già chiara, manda avanti al reparto dedicato la richiesta di aggiornamento. Nel caso ci siano approfondimenti da fare sente direttamente il cliente per definire meglio l’intervento.

I tempi di risposta e di effettivo rilascio sono molto rapidi. Tipicamente dopo 1 giornata lavorativa c’è la presa in carico dell’attività e, se l’intervento è semplice, in poche ore viene effettuata la modifica del sito, aggiornato via mail il cliente e scalato il numero di minuti dell’intervento dal pacchetto di assistenza.

Di seguito una tabella con i pacchetti (PAM) più richiesti con i relativi prezzi

 

Costo Orario

TOT

PAM 5 – Pacchetto assistenza da 5 ore40 €200 € + iva
PAM 10 – Pacchetto assistenza da 10 ore38 €380 € + iva
PAM 15 – Pacchetto assistenza da 15 ore35 €525 € + iva

Possiedi un sito web realizzato con una piattaforma CSM e hai bisogno di un aiuto per la gestione e la manutenzione del sito web o blog? Non hai un webmaster di riferimento oppure quello che avevi non può più seguirti? Hai bisogno di professionisti seri e competenti?

Non riesci a fare autonomamente gli aggiornamenti che il tuo sito richiede per mancanza di tempo, voglia o competenze specifiche? contattaci!

Il focus sui contenuti è mantenuto in ogni fase da Very Content, dall’incontro con il cliente, fino alla realizzazione di tutti i prodotti, sia online sia offline.

L’agenzia cerca di combinare comunicazione e digital marketing nella maniera più efficace possibile per i nostri clienti e propone servizi di digital marketing dedicati

Categorie
digital marketing

Advergames: che cosa sono e perchè funzionano?

In un’epoca in cui l’attenzione dei consumatori è sempre più difficile da catturare, gli advergames si sono affermati come uno strumento di marketing straordinario. Ma cosa sono esattamente gli advergames? Sono giochi appositamente creati per promuovere un marchio, un prodotto o un servizio. Questi giochi, sviluppati con l’obiettivo di coinvolgere il pubblico in modo divertente e interattivo, offrono un’esperienza unica che va al di là dei tradizionali messaggi pubblicitari.

Il segreto del successo degli advergames risiede nella loro capacità di catturare l’attenzione e coinvolgere il pubblico in modo emozionale. Conquistano il cuore dei “giocatori” creando un legame profondo con il marchio che si trova dietro l’esperienza di gioco. Gli advergames offrono una forma di intrattenimento coinvolgente, che stimola il pubblico a interagire con il marchio in modo positivo e memorabile.

In questo articolo, perciò, toccheremo i seguenti argomenti:

Che cosa sono gli Advergames?

Gli advergames sono giochi che uniscono il divertimento del gioco con il potere del marketing. Sono appositamente creati per promuovere un marchio, un prodotto o un servizio in modo coinvolgente ed emozionale. A differenza dei giochi tradizionali, gli advergames hanno uno scopo di marketing ben definito: creare un’esperienza interattiva che coinvolga il pubblico e lo connetta con il marchio.

Gli advergames si distinguono dai giochi tradizionali per il loro obiettivo di promuovere e pubblicizzare. Mentre i giochi tradizionali possono essere creati semplicemente per intrattenere e divertire, gli advergames sono progettati con l’intento di veicolare un messaggio di marketing e creare un’associazione positiva con il marchio. Possono integrare elementi di branding, storytelling e messaggi pubblicitari all’interno del gameplay, rendendo l’esperienza di gioco un’estensione naturale della strategia di marketing dell’azienda.

Ci sono numerosi esempi di advergames famosi e di successo che hanno lasciato un’impronta duratura nel mondo del marketing. Ad esempio, il gioco “Doritos Crash Course” ha coinvolto i giocatori in una serie di sfide divertenti, creando un forte legame con il marchio di snack Doritos. Un altro esempio è “McDonald’s The Lost Ring“, un gioco che ha coinvolto gli utenti nella ricerca di un anello virtuale, promuovendo l’immagine di McDonald’s come sponsor olimpico.

Come funzionano gli advergames?

Gli advergames seguono un processo di sviluppo che combina l’arte del gioco con l’obiettivo di marketing. Ecco una panoramica di come funzionano gli advergames:

  1. Processo di sviluppo: lo sviluppo di un advergame inizia con la definizione degli obiettivi di marketing dell’azienda e del pubblico di riferimento. Successivamente, viene creata una concezione creativa per il gioco, che può includere la scelta del genere di gioco, il gameplay e la grafica. Il gioco viene quindi programmato e testato per garantire un’esperienza di gioco fluida e coinvolgente.
  2. Integrazione dei messaggi di marketing: gli advergames sono progettati per integrare i messaggi di marketing in modo naturale nel gameplay. Questo può avvenire attraverso varie strategie, come l’inserimento di prodotti o marchi all’interno del gioco, la creazione di missioni correlate al marchio o l’utilizzo di dialoghi o video promozionali all’interno del gameplay. L’obiettivo è di trasmettere il messaggio di marketing in modo non invasivo e divertente, in modo che il giocatore si senta coinvolto e motivato a interagire con il marchio.
  3. Utilizzo di elementi di branding e storytelling: gli advergames sfruttano anche elementi di branding e storytelling per creare un’esperienza coinvolgente. Possono utilizzare elementi grafici, come colori e loghi, che richiamano il marchio, creando un’associazione immediata nella mente del giocatore. Inoltre, possono incorporare una trama avvincente o personaggi memorabili che coinvolgono emotivamente il giocatore e lo spingono a interagire con il marchio in modo positivo.

Considerazioni per la creazione di advergames efficaci

La creazione di advergames efficaci richiede una pianificazione attenta e una considerazione accurata di diversi fattori. Ecco alcune considerazioni importanti da tenere presente:

  1. Identificazione del target di riferimento: rima di iniziare a sviluppare un advergame, è fondamentale comprendere chi è il tuo pubblico di riferimento e quali sono gli obiettivi di marketing che desideri raggiungere. Capire le preferenze, i comportamenti e le aspettative del tuo pubblico ti aiuterà a creare un advergame mirato e coinvolgente che si rivolga direttamente ai loro interessi e desideri,
  2. Design di gameplay coinvolgente e accessibile: il gameplay di un advergame deve essere coinvolgente e divertente per catturare l’attenzione del pubblico. È importante creare un’esperienza di gioco che sia facile da comprendere e da giocare, anche per coloro che non sono abituati a video-giocare. L’obiettivo è coinvolgere il pubblico il più possibile, mantenendo un equilibrio tra sfida e gratificazione;
  3. Misurazione delle prestazioni e ottimizzazione degli advergames: una volta che l’advergame è stato lanciato, è essenziale misurare le prestazioni e analizzare i dati per valutare l’efficacia della tua strategia di marketing. Monitora le metriche chiave, come il coinvolgimento degli utenti, il tempo di gioco e le condivisioni sui social media, per valutare il successo del tuo advergame. Utilizza queste informazioni per apportare eventuali ottimizzazioni, apportando modifiche al gioco in base ai feedback del pubblico e agli obiettivi di marketing.

Creare advergames efficaci richiede un approccio strategico e attento. Prenditi il tempo per comprendere il tuo pubblico di riferimento, progettare un gameplay coinvolgente e misurare le prestazioni dell’advergame per garantire il successo della tua strategia di marketing. Con un advergame ben progettato e ben eseguito, puoi creare un’esperienza coinvolgente che accresce la consapevolezza del marchio, coinvolge il pubblico e alimenta il successo della tua campagna di marketing.

Per intraprendere questa o altre strategie innovative di Digital Marketing, contattaci!

Categorie
social media Uncategorized

Threads, la nuova piattaforma di Meta: che cos’è e quali sono le differenze con Twitter?

La competizione all’interno del settore dei Social Network diventa sempre più agguerrita. Il 6 luglio, infatti, il CEO di META Mark Zuckerberg ha lanciato Threads, una nuova piattaforma che ha tutte le carte in regola per fare la guerra a Twitter, il social che da qualche mese è di proprietà di Elon Musk. Quest ultimo, tra l’altro, non sembra aver preso particolarmente bene l’uscita di questo nuovo social, soprattutto perchè è evidente che il proprietario di Instagram e Whatsapp si sia deliberatamente “ispirato” a Twitter.

Perciò in questo articolo toccheremo i seguenti argomenti:

Che cos’è Threads?

Come accennato nell’introduzione, Threads è l’innovativo servizio di social media sviluppato dalla rinomata azienda tecnologica Meta. Questa piattaforma offre un’esperienza coinvolgente di microblogging, simile a Twitter, consentendo agli utenti di condividere una varietà di contenuti intriganti, tra cui testi, immagini e video, di interagire con la community in modo facile e divertente tramite le funzioni like, commento e ri-condivisione.

In una sola settimana Threads ha già raggiunto più di 150 milioni di utenti superando di gran lunga il record di PokemonGo nel 2016. L’enorme successo di questa piattaforma, oltre ad essere dovuto alla grande risonanza mediatica che ha avuto a causa delle controversie con Twitter, è da riscontrarsi nella facilità di accesso e di utilizzo.

Come funziona Threads?

Per utilizzare Threads non bisogna fare altro che scaricare l’app e collegare il proprio profilo Instagram (continua a leggere per scoprire perchè questo non è un proprio un Pro). In questo modo sarà possibile iniziare a seguire automaticamente tutti i tuoi “Seguiti” che hanno un’account Threads e possedere un profilo già strutturato con immagine e Bio senza dover ricominciare tutto da capo.

La User Interface e la User Experience di Threads sono molto semplici e intuitive. In basso sono presenti 5 schede principali:

  1. L’icona della casa ti porterà al tuo feed di notizie personalizzato;
  2. L’icona della lente d’ingrandimento ti permetterà di cercare e seguire nuovi utenti inserendo il loro nome utente;
  3. L’icona della carta e della penna ti consentirà di scrivere nuovi post per condividere le tue idee con la community;
  4. L’icona a forma di cuore mostrerà l’attività del tuo account, inclusi i nuovi follower, le risposte ai tuoi post e le menzioni;
  5. L’icona del profilo ti porterà alla tua area personale dove potrai visualizzare la tua attività e le impostazioni.

All’interno di Threads è possibile pubblicare post di 500 caratteri, massimo 10 immagini e video di una lunghezza inferiore ai 5 minuti.

Quando arriverà Threads in Italia?

Come spesso accade, i Paesi europei dovranno aspettare ancora un po’ prima di poter usufruire della nuova piattaforma di Zuckerberg. Il CEO di META, infatti, ha lanciato l’app in 99 paesi, tra cui USA, Canada, Regno Unito e Giappone ma non in Europa a causa di problematiche legate al rispetto del GDPR la regolamentazione europea sull’uso dei dati personali degli utenti di internet.

Purtroppo, non è ancora noto quando Threads verrà rilasciato in Italia e in Europa.

Quali sono le differenze tra Threads e Twitter?

Come accennato in precedenza, Threads è molto simile a Twitter: tant’è vero che Musk ha lasciato intendere che potrebbe portare Zuckerberg davanti ad un giudice, commentando in questo modo sotto un Tweet:

Ma vediamo nello specifico quali sono le differenze principali tra Threads e Twitter:

  1. Threads richiede un account Instagram, e non sarebbe un problema se non per il fatto che per eliminare l’account Threads si è obbligati a eliminare anche l’account Instagram. Si tratta di una furbata da parte di Zuckerberg o di un semplice errore di programmazione? Ai posteri l’ardua sentenza.
  2. Threads non è ancora disponibile su Desktop, bensì solo su App. Twitter, invece, è utilizzabile sia da pc che da smarphone.
  3. Threads non possiede la funzione Direct Message (DM), al contrario di Twitter su cui è possibile instaurare conversazioni private tra utenti.
  4. Threads non supporta le GIFs, mentre Twitter sì. La mancanza di questa funzione ha portato gli utenti e gli esperti a giudicare come frettolosa la scelta di Zuckerberg di lanciare un’app senza aver pensato veramente a tutto.
  5. Threads permette di pubblicare post di massimo 500 caratteri, mentre gli abbonati a TwitterBlue possono arrivare fino a 25.000.
  6. Threads, sicuramente ancora per poco, è priva di pubblicità al contrario di Twitter che permette di sponsorizzare post e video in maniera molto semplice.
  7. Twitter ha la funzione Tendenze, uno dei suoi cavalli di battaglia e che Threads sembra aver omesso all’interno della piattaforma.

In conclusione, si tratta di una tematica molto avvincente e che nei prossimi mesi regalerà sicuramente molti spunti di riflessione per tutti gli appassionati del mondo dei Social e del Digital Marketing.

Se vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime tendenze, non perdere gli articoli del nostro blog!

Altrimenti, se sei interessato ad uno dei servizi che offriamo per raggiungere il successo nel campo del Digital, contattaci! Saremo Very Content-i di trovare la strategia che più soddisfa i tuoi obiettivi di business.

Categorie
social media

Come trovare gli hashtag più popolari su Instagram?

Gli hashtag su Instagram e su TikTok sono molto più di semplici parole precedute dal simbolo cancelletto (#). Scoprirai l’importanza di utilizzare hashtag popolari e come trovare quelli più in famosi e popolari adatti al tuo contenuto. 

Mentre sul nostro profilo Instagram approfondiamo l’argomento

hashtag instagram

Ti forniremo una serie di strategie per individuare gli hashtag più popolari in modo rapido e intelligente.

Abbiamo raccolto una serie di trucchi, sia utilizzando gli strumenti integrati di Instagram che sfruttando le risorse di siti esterni, per aiutarti a rendere il tuo profilo una vera e propria macchina da like.

Toccheremo, pericò, i seguenti argomenti:

Che cosa sono gli hashtag e cosa fanno su Instagram?

Un hashtag è essenzialmente una parola o una frase preceduta dal simbolo del cancelletto (#). Questo piccolo segno di interpunzione ha il potere di dare un vero e proprio superpotere ai tuoi post su Instagram.

Gli hashtag sono come etichette virtuali, dei TAG che permettono di categorizzare e organizzare i contenuti all’interno della piattaforma. Quando aggiungi un hashtag a una pubblicazione, essa viene automaticamente associata a un gruppo di contenuti simili che utilizzano lo stesso hashtag. Ciò significa che gli utenti possono trovare facilmente i tuoi post cercando l’hashtag corrispondente.

Ma qual è il vero scopo degli hashtag su Instagram? Beh, il loro obiettivo principale è quello di aumentare la visibilità dei tuoi post e far sì che raggiungano un pubblico più ampio. Immagina gli hashtag come una mappa che guida gli utenti a scoprire i contenuti che sono interessati a vedere. Utilizzando gli hashtag giusti, puoi attirare l’attenzione del tuo pubblico di riferimento e raggiungere persone che potrebbero non essere ancora consapevoli della tua esistenza.

Gli hashtag possono essere estremamente rilevanti per specifici settori o argomenti. Ad esempio, se sei un fotografo di paesaggi, potresti utilizzare hashtag come #landscapephotography, #naturelovers o #exploretheworld per far emergere le tue foto tra gli amanti della natura.

Se gestisci un negozio di abbigliamento, potresti optare per hashtag come #fashionstyle, #ootd o #instafashion per catturare l’attenzione dei fashionisti di Instagram.

A cosa serve usare gli hashtag più popolari su Instagram?

Come abbiamo visto, puoi considerare gli hashtag come le chiavi di accesso alla tua visibilità e al successo su Instagram. Utilizzare gli hashtag più popolari può fare una differenza significativa nella visibilità del tuo profilo e nel coinvolgimento del tuo pubblico. Ecco perché dovresti prestare attenzione a questa strategia vincente.

  1. Vantaggi di utilizzare gli hashtag popolari per aumentare la visibilità del proprio profilo:
    • Raggiungere un pubblico più ampio: gli hashtag popolari ti permettono di estendere la portata delle tue pubblicazioni al di là dei tuoi follower. Quando utilizzi gli hashtag giusti, i tuoi contenuti possono essere scoperti da persone che potrebbero essere interessate a seguirti o ad interagire con te;
    • Aumentare la visibilità del tuo profilo: più le persone interagiscono con i tuoi contenuti attraverso gli hashtag, maggiore sarà la possibilità che ti scoprano, seguano il tuo profilo e diventino tuoi fedeli sostenitori. Gli hashtag possono essere un vero e proprio trampolino di lancio per far crescere la tua presenza su Instagram;
  2. Incremento dell’engagement e delle interazioni tramite gli hashtag:
    • Generare interesse: utilizzando i trending hashtags nel tuo settore o nella tua nicchia, attirerai l’attenzione delle persone che sono già interessate a quel determinato argomento. Ciò può portare a un aumento dell’engagement, come like, commenti e condivisioni, che a sua volta può alimentare la visibilità dei tuoi contenuti;
    • Partecipazione alle conversazioni: gli hashtag ti permettono di partecipare alle conversazioni in corso su Instagram. Quando usi hashtag pertinenti, puoi unirti alle discussioni e interagire con altri utenti che condividono gli stessi interessi. Questo può favorire nuove connessioni, collaborazioni e opportunità di networking;
  3. Come gli hashtag possono aiutare a raggiungere un pubblico più ampio:
    • Esplorazione e scoperta: Instagram offre la funzione Esplora in cui gli utenti possono cercare e scoprire contenuti attraverso gli hashtag. Utilizzando gli hashtag più popolari e pertinenti, hai maggiori possibilità di comparire nelle ricerche degli utenti e di essere scoperto da potenziali follower;
    • Seguire trend e tendenze: gli hashtag popolari spesso riflettono le tendenze del momento. Utilizzandoli, puoi dimostrare di essere al passo con gli argomenti di tendenza e coinvolgere un pubblico che è interessato a ciò che è attuale e rilevante.

Come trovare gli hashtag più popolari su Instagram?

Per trovare gli hashatg giusti con cui ottenere i risultati che abbiamo appena evidenziato, esistono due strategie principali:

  • Usare gli strumenti integrati nella piattaforma;
  • Ricerca hashtag tramite siti esterni.

Vediamoli nello specifico.

Trovare gli hashtag utilizzando Instagram

Instagram offre una serie di strumenti integrati che ti permettono di scoprire gli hashtag più popolari in modo semplice e veloce. In particolare puoi usare la Funzione di ricerca degli hashtag: digitando l’hashtag desiderato nella barra di ricerca dell’app, la piattaforma ti fornirà un elenco di pubblicazioni che utilizzano quell’hashtag, insieme a suggerimenti correlati. Esplora diverse opzioni, guarda quanti post sono stati pubblicati con quell’hashtag e valuta la sua rilevanza per il tuo pubblico.

Come si cercano gli hashtag popolari utilizzando siti esterni

Oltre agli strumenti integrati di Instagram, ci sono anche siti web e strumenti di terze parti che possono aiutarti a individuare gli hashtag più popolari su Instagram. Ecco una breve introduzione a tali risorse:

  1. RiteTag: uno strumento che ti consente di scoprire hashtag popolari e rilevanti per il tuo settore. Ti fornisce dati in tempo reale sulle prestazioni degli hashtag, inclusi l’engagement generato e il numero di pubblicazioni correlate. Questo ti aiuta a selezionare gli hashtag giusti per massimizzare la visibilità dei tuoi contenuti;
  2. Hashtagify: un altro strumento potente che ti permette di trovare hashtag popolari e correlati. Ti mostra il livello di popolarità di un hashtag, la sua tendenza nel tempo e suggerimenti su quali altri hashtag potresti utilizzare insieme. Puoi esplorare hashtag per argomento e scoprire quelli più rilevanti per la tua strategia di marketing.
  3. All-hashtag: un sito web che ti permette di generare hashtag popolari basandosi su parole chiave specifiche. Puoi inserire una parola chiave o una frase e il sito ti fornirà una lista di hashtag correlati e popolari. È un modo semplice per ottenere idee per gli hashtag da utilizzare nelle tue pubblicazioni.

Elenco Hashtag più popolari

Gli hashtag più popolari possono variare nel tempo e dipendono dai trend del momento e dagli argomenti più discussi. Tuttavia nel 2024 questi sono alcuni degli hashtag più utilizzati e popolari su diverse piattaforme includono: 

  1. #Love
  2. #Instagood
  3. #Photooftheday
  4. #Fashion
  5. #Beautiful
  6. #Happy
  7. #Cute
  8. #TBT (Throwback Thursday)
  9. #Travel
  10. #Food

Elenco Hashtag del momento in trend nel 2024

Hashtag per Ottenere Follower:

#follow4follow
#followme
#likeforlikes

Hashtag Frasi:

#citazioni
#frasi
#amoreadistanza

Hashtag per Cibo:

#foodblogger
#foodstagram
#delicious
#yummy

Hashtag per Amore e Romanticismo:

#adorable
#couples
#romance

Hashtag per Fotografia:

#photography
#photooftheday
#picoftheday

Hashtag Viaggi e Vacanze:

#travel
#vacation
#explore

Hashtag Buonanotte:

#goodnight
#bedtime
#night

Hashtag Soldi:

#money
#finance
#investment

Hashtag Natale e Capodanno:

#natale
#christmas
#newyear

Hashtag per Hashtag Pasqua:

#HappyEaster
#EasterSunday
#EasterEggs
#EasterBunny
#Easter2024

Hashtag per Natale:

#MerryChristmas
#ChristmasTime
#ChristmasEve
#ChristmasDecor
#ChristmasGifts

Hashtag per Capodanno:

#NewYearsEve
#HappyNewYear
#NYE2024
#NewYearNewMe
#NewYearsResolution

Hashtag per Halloween:

#HappyHalloween
#TrickOrTreat
#HalloweenCostume
#Halloween2024
#SpookySeason

Hashtag per San Valentino:

#ValentinesDay
#LoveIsInTheAir
#BeMyValentine
#ValentinesGift
#Valentine2024

Hashtag per Festa della Donna:

#InternationalWomensDay
#WomensDay #IWD2024
#WomenEmpowerment
#ChooseToChallenge

Hashtag per Festa della Mamma:

#MothersDay
#LoveYouMom
#MothersDayGift
#HappyMothersDay
#Motherhood

Hashtag per Giorno della Terra:

#EarthDay
#SaveThePlanet
#ActOnClimate
#Environment
#GoGreen

Hashtag per Festa del Papà:

#FathersDay
#HappyFathersDay
#DadLife
#BestDadEver
#ThankYouDad

Contattaci per una prima call conoscitiva, saremo Very Content-i di trovare la soluzione più adeguata alle tue esigenze.

Categorie
Content Marketing

Qual è la differenza tra Content Curation e Content Creation?

Oggi ci addentriamo nel mondo affascinante del Content Marketing per rispondere a una domanda fondamentale: qual è la differenza tra Content Curation e Content Creation? Sappiamo quanto sia importante capire le diverse pratiche che guidano il successo delle Content Strategy. Quindi, preparati a scoprire come queste due strategie si intersecano e come possono essere utilizzate per ottenere risultati sorprendenti!

In questo articolo toccheremo i seguenti argomenti:

Content Curation: che cos’è e di cosa si tratta?

La Content Curation è come un tesoro di contenuti preziosi, pronti ad essere scoperti e condivisi con il tuo pubblico. Si tratta di una pratica che consiste nell’individuare, selezionare e condividere i migliori contenuti provenienti da fonti esterne, che siano articoli, video, immagini o altro ancora. Il suo scopo principale è offrire valore al pubblico di riferimento fornendo informazioni rilevanti, approfondimenti e spunti interessanti.

Quali sono gli obiettivi e i benefici della Content Curation? Innanzitutto, attraverso questa pratica, puoi posizionarti come una risorsa autorevole e affidabile nel tuo settore. La Content Curation ti consente di fornire una selezione accurata e curata di contenuti pertinenti, creando un’esperienza di apprendimento e di scoperta per il tuo pubblico.

Inoltre, la Content Curation ti permette di risparmiare tempo ed energie nella creazione di contenuti originali. Puoi sfruttare l’esperienza e l’expertise di altre fonti per arricchire il tuo pubblico con diverse prospettive e informazioni rilevanti.

Il processo di Content Curation comprende diverse fasi. Prima di tutto, devi individuare le fonti affidabili e pertinenti per il tuo settore di riferimento. Successivamente, devi selezionare i contenuti più interessanti, informativi e rilevanti, tenendo conto dei bisogni e degli interessi del tuo pubblico. Infine, condividi questi contenuti con il tuo pubblico attraverso i tuoi canali di comunicazione, arricchendo così l’esperienza dei tuoi follower.

Il ruolo della Content Curation è cruciale nell’offrire valore al pubblico di riferimento. Non si tratta solo di condividere contenuti, ma di creare un ambiente di scoperta, di apprendimento e di condivisione. La Content Curation ti permette di essere un punto di riferimento per il tuo pubblico, fornendo loro una selezione accurata di contenuti che rispondono alle loro esigenze e interessi.

Content Creation: che cos’è e di cosa si tratta?

La Content Creation è l’arte di creare contenuti originali e coinvolgenti che danno vita alla tua visione e alla tua Brand Identity. Si tratta di un processo creativo che ti consente di esprimere la tua unicità e di connetterti in modo autentico con il tuo pubblico di riferimento.

Quali sono gli obiettivi e i benefici della Content Creation? Innanzitutto, la Content Creation ti permette di venir visto come un’autorità nel tuo settore. Creando contenuti originali, dimostri la tua competenza, la tua conoscenza e la tua passione per il tuo campo di specializzazione. Questo ti aiuta a distinguerti come leader e punto di riferimento per il tuo pubblico.

Inoltre, la Content Creation ti offre la possibilità di plasmare l’identità del tuo brand. Attraverso contenuti originali, puoi trasmettere i valori, la personalità e la missione della tua marca. Puoi creare un legame emotivo con il tuo pubblico, aumentando la fedeltà e l’engagement.

Il processo di Content Creation comprende diverse fasi. In primo luogo, devi ideare e pianificare i tuoi contenuti, definendo gli obiettivi che desideri raggiungere e il messaggio che vuoi trasmettere. Successivamente, passi alla fase di creazione vera e propria, che può includere scrittura, design, fotografia, video o qualsiasi altra forma di espressione creativa. Infine, distribuisci i tuoi contenuti attraverso i canali appropriati, assicurandoti di raggiungere il tuo pubblico di riferimento.

Il ruolo della Content Creation è fondamentale nel creare un’identità forte per il tuo brand. Attraverso contenuti originali, puoi raccontare la tua storia, presentare i tuoi prodotti o servizi in modo unico e coinvolgente, e stabilire un legame emotivo con il tuo pubblico. La Content Creation ti consente di trasmettere il tuo messaggio in modo autentico e di creare un impatto duraturo sulla tua audience.

Qual è la differenza tra Content Curation e Content Creation?

Di seguito puoi trovare un elenco delle principali differenze tra queste due attività di Digital Maketing:

  1. Approccio alla produzione di contenuti: La Content Curation si concentra sulla cura dei contenuti esistenti. I Content Curators selezionano, filtrano e condividono i contenuti di terze parti, presentando una raccolta accurata e rilevante di informazioni provenienti da fonti affidabili. D’altra parte, la Content Creation si basa sulla creazione di contenuti originali da zero. Gli esperti in Creazione sviluppano idee, producono e personalizzano i contenuti per rispecchiare la propria identità di marca e raggiungere gli obiettivi specifici.
  2. Fonte dei contenuti: La Content Curation si basa sulla selezione e condivisione di contenuti di terze parti. Gli specialisti in Curation sfruttano la vasta rete di informazioni disponibile online, identificando i contenuti più rilevanti e di qualità per il proprio pubblico. D’altra parte, la Content Creation coinvolge la creazione interna di contenuti originali. Gli esperti in Creazione mettono a frutto le proprie competenze e conoscenze per generare contenuti unici, che siano testi, immagini, video o altro ancora.
  3. Tempo e risorse necessari: La Content Curation richiede meno tempo e risorse rispetto alla Content Creation. La Curation si concentra sulla ricerca e selezione dei contenuti, che possono essere condivisi rapidamente con il pubblico. D’altra parte, la Creazione richiede più tempo e risorse, poiché è necessario sviluppare idee, pianificare, creare e produrre contenuti originali, che richiedono impegno e competenze specifiche.
  4. Tipo di valore offerto: La Content Curation offre valore attraverso l’aggregazione e il filtraggio di contenuti rilevanti provenienti da diverse fonti. I Content Curators offrono una selezione accurata, risparmiando tempo al pubblico nella ricerca di informazioni pertinenti. D’altra parte, la Content Creation offre valore attraverso la produzione di contenuti unici e innovativi. Gli esperti in Creazione forniscono contenuti originali che intrattengono, educano e coinvolgono il pubblico, offrendo un’esperienza unica e personalizzata.

In conclusione, la Content Curation e la Content Creation sono due approcci distinti nella produzione di contenuti. La Curation si concentra sulla selezione e condivisione di contenuti di terze parti, mentre la Creazione si basa sulla produzione di contenuti originali. Entrambi gli approcci offrono valore al pubblico in modo diverso, rispondendo a esigenze e obiettivi specifici. La scelta tra Content Curation e Content Creation dipenderà dalla strategia e dagli obiettivi di marketing che desideri raggiungere.

Se vuoi implementare una strategia di Content Creation o Curation ma non sai da dove partire, non disperare! Ci siamo noi di Very Content per aiutarti nella definizione della strategia più adeguata e per raggiungere i tuoi obiettivi!

Contattaci per un preventivo gratuito!

Get in touch

Se hai bisogno di ulteriori informazioni, contattaci direttamente tramite il form a lato o vieni a trovarci!